12 Maggio 2019 - 4° Domenica di Pasqua - Anno C

Riflessione sulla 4° Domenica di Pasqua.  Per le letture liturgiche e altri commenti cerca sul CALENDARIO LITURGICO

La generosità e la sollecitudine del pastore vengono descritte nella Bibbia per far conoscere al popolo ebraico la premura e tenerezza di Dio unico vero pastore. Infatti nell'Antico Testamento troviamo l'immagine del pastore e del gregge per indicare il rapporto tra Dio e il suo popolo. Nel lungo discorso al capitolo 10 Gesù presenta se stesso come un pastore affidabile, giusto e responsabile. Infatti applica a sé l'immagine di pastore che la Bibbia riferiva solo a Yahweh. Egli si identifica come il buon pastore che dona la sua vita per il gregge che gli è donato dal Padre. Gesù è il vero pastore che stabilisce un autentico rapporto di vera conoscenza con ogni discepolo per guidarlo alla vita eterna. In effetti la sua unione con il Padre è talmente reciproca che arriva a dire Io e il Padre siamo una cosa sola. (Gv 10,30) Riassumendo tre sono le caratteristiche del buon pastore: conoscenza delle pecore, dono della vita eterna e unità con il Padre. La conoscenza divina ... Continua a leggere nell'allegato

Allegati:
Scarica questo file (4 Domenica di Pasqua C.pdf)4 Domenica di Pasqua C.pdf[ ]176 kB