La trasmissione nei secoli dell'Antico Testamento

I manoscritti  (dal latino manu scriptus, cioè "scritto a mano") della Bibbia sono stati scritti inizialmente su dei rotoli di papiro e poi sui codici di pergamena.

Verso la fine del V secolo d.C un gruppo di scribi chiamati masoreti continuò l'opera di conservazione e trasmissione in ebraico del testo biblico. Il loro accurato lavoro di trascrizione tra il VI secolo d.C e il XI secolo d.C ha permesso di avere il testo masoretico ebraico che conosciamo oggi. I masoreti lavorarono sul testo consonantico che era giunto fino a loro e aggiunsero i segni vocalici. Due sono i centri principali dove si sviluppò la loro attività: in Palestina e in Babilonia. CONTINUA A LEGGERE NEGLI  ALLEGATI

 

 

Back to Top