11 Ottobre 2020 - 28° Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

 

Riflessione sul Vangelo della 28° Domenica del Tempo Ordinario Anno A.  Per le letture liturgiche e altri commenti cerca sul CALENDARIO LITURGICO.

Questa parabola ci ricorda che davanti all'invito alla salvezza offerto liberamente da Cristo le reazioni sono diverse e si possono riassumere nel rifiuto o nell'accoglienza. Nella parabola troviamo atteggiamenti di indifferenza, fastidio e ostilità di fronte alla chiamata divina ma coloro che respingono il dono della salvezza riceveranno il giudizio di Dio. Allora il piano salvifico di Dio non si ferma, non si interrompe e continua con perseveranza. Inoltre è molto sorprendente che l'offerta divina venga rivolta anche a personaggi "scomodi" che un "buon ebreo" avrebbe evitato di invitare alla sua mensa. Infatti a quel tempo venivano scelte e selezionate le persone da invitare invece Dio ordina di invitare tutti quelli che vengono trovati (anche i poveri, i sofferenti, gli emarginati) perchè non vuole escludere nessuno. Però nel Banchetto ci può essere anche un falso discepolo senza abito nuziale che solo Dio può smascherare e il suo silenzio conferma la sua responsabilità. Infine nella tradizione biblica la veste indicava possedere una dignità umana e quindi rappresenta le qualità spirituali di un essere umano che solo Dio vede in profondità …  CONTINUA A LEGGERE NELL'ALLEGATO

Allegati:
Scarica questo file (28 DOMENICA .pdf)28 DOMENICA .pdf[ ]154 kB
Back to Top